Logo CGD

Aiutare a studiare

Il Progetto Aiutare a Studiare

Come genitori abbiamo un rapporto con l'istituzione scuola alquanto complesso. Indipendentemente, infatti, dall'ordine di scuola (materne, elementare, secondaria, ecc.) spesso veniamo chiamati in causa solo in alcuni momenti del percorso scolastico. Ci sono le occasioni "istituzionali" come la consegna della scheda sul rendimento scolastico, i Consigli di classe e poco altro. Vi sono le "chiamate", che in genere suscitano un senso di disagio perché nella maggioranza dei casi ci daranno cattive notizie su nostro figlio. Ma al di là di tutto questo, la raccomandazione più frequente che ci sentiamo dire dagli insegnanti e che investe direttamente la nostra responsabilità è "Mi raccomando! lo faccia studiare a casa, lo segua nei compiti". Niente da eccepire sulla raccomandazione, ricca di buon senso, ma a cui non seguono istruzioni su come farlo: vengono assegnati i compiti ma non le modalità su come aiutare il proprio figlio a studiare.

La nostra proposta mira a colmare questa lacuna insegnando ai genitori a conoscere le principali tecniche di studio e a favorire nei figli lo sviluppo della motivazione ad apprendere.

La pandemia ha introdotto nuovi elementi di disturbo, modificando anche le relazioni tra genitori e figli. Non più solo compiti da fare a casa, ma la scuola stessa si è "inserita" in casa. Anche la nostra attività deve essere ridisegnata, utilizzanfo anche risorse e tecniche innovative. Stiamo preparando le nuove iniziative

--> qui puoi leggere di una serie di incontri che abbiamo tenuto online nel 2021 per aprire uno spazio di confronto in diverse direzioni.